Caritas della Comunità


I servizi caritas al momento sono sospesi ad eccezione della Distribuzione dei pacchi

Per urgenze  scrivere a

caritas@comunitasanpaolo.it

o telefonare  0362 354763

________________________________________

 

Milano, 6 marzo 2020

Agli operatori e volontari dei Servizi Caritas sul territorio

Loro sedi

Oggetto: aggiornamento indicazioni per i servizi Caritas sul territorio

Carissimi,

nel perdurare della situazione di diffusione del Coronavirus nel nostro territorio, al fine di salvaguardare la salute di tutti, cerchiamo di continuare a garantire, nel limite del possibile e nel rispetto della disponibilità delle persone coinvolte, i servizi essenziali alle persone in difficoltà a cui ci rivolgiamo e per le quali l’attuale situazione può essere fonte di ulteriori problemi.

Le autorità invitano le persone più anziane, soprattutto coloro che sono affette da patologie cardiovascolari, respiratorie, metaboliche e che deprimono il sistema immunitario, a restare il più possibile in casa.

Questo invito da una parte toglie risorse al volontariato Caritas, dall’altro aumenta il numero di persone che potrebbero aver bisogno di vicinanza (anche solo una telefonata) o di un auto per sbrigare piccole incombenze quotidiane. Questo deve spingerci a mettere in moto la “fantasia della carità”.

I Coronavirus sono trasmessi da persona a persona, di solito dopo un contatto stretto con una persona che può avere sintomi anche lievi (tosse, raffreddore, febbre) o che nel periodo di incubazione (da 2 a 14 giorni) può essere ancora asintomatica. Per contatto stretto si intende un contatto fisico diretto (per esempio una stretta di mano) oppure essere stati vicini, a meno di due metri e per più di 15 minuti, ad una persona affetta da Covid-19. In queste condizioni il virus contenuto nelle goccioline del respiro delle persone infette può arrivare a bocca, naso, occhi di una persona sana attraverso saliva, tosse, starnuti o mani contaminate (non ancora lavate).

Pertanto ci sembra importante ribadire l’assoluta necessità di evitare assembramenti, code, soste nelle sale d’attesa, circostanze in cui più persone rimangano a contatto in spazi circoscritti, rispettando nello svolgimento delle attività le norme igieniche indicate dalle autorità sanitarie e riassunte in allegato.

Per quanto riguarda i servizi:

1) Centri di ascolto e sportelli: l’ascolto può essere garantito anche attraverso il telefono o per via digitale e occorre favorire la reperibilità almeno telefonica del Centro di ascolto se non ne è possibile l’apertura. Quando l’incontro è opportuno e non procrastinabile occorre fissare appuntamenti singoli sincerandosi che le persone che si presenteranno non abbiamo sintomi respiratori e nel caso, se possibile, rimandarli al proprio medico di base.

2) Mense: evitare le code all’ingresso e la permanenza nei locali chiusi senza mantenere le distanze di sicurezza fra le persone.

3) Distribuzione viveri, empori, botteghe solidali, guardaroba: evitare le code all’ingresso e la permanenza di più persone in spazi ristretti, fissando appuntamenti per le operazioni di “spesa”.

4) Accoglienza notturna: è auspicabile garantire il servizio per evitare che le persone rimangano in strada esponendosi ed esponendo altri a possibili rischi. In questo periodo sarebbe altresì auspicabile estendere l’accoglienza notturna anche durante la giornata per aumentare la sicurezza delle persone accolte e degli operatori. All’ingresso si invita ad attuare una valutazione da parte di una figura sanitaria che giudichi l’idoneità all’accoglienza e le eventuali misure da porre in atto verso coloro che presentano febbre e sintomi respiratori in ottemperanza alle indicazioni delle autorità sanitarie (isolamento, segnalazione).

5) Doposcuola e scuole di italiano: restano chiusi per tutto il periodo di sospensione delle attività scolastiche.

In generale occorre consigliare a tutte le persone che presentano febbre e/o sintomi respiratori di rimanere al proprio domicilio e di farsi dare indicazioni telefoniche dal medico di fiducia.

Rimaniamo in attesa di nuove indicazioni rispetto all’evolversi della situazione, invitiamo tutti ad attenersi alle ulteriori indicazioni Sindacali del proprio Comune di appartenenza e a concordare con il proprio parroco/referente la valutazione di sospendere o modificare le modalità con cui il servizio viene garantito.

Ricordiamo, infine, che tentativi di truffa o raggiro legati all’emergenza vanno segnalati alle Forze di Polizia.

L’Arcivescovo ci invita a considerare anche l’emergenza come occasione per intensificare la relazione con Dio. Senza ingigantire la situazione, senza cedere agli allarmismi, ma cogliendo l’occasione per sentirsi parte di una comunità che sa inventare nuove forme di prossimità, sollecitudine e generosità verso i più deboli.

Con questa speranza, ringraziamo per il senso di responsabilità con cui operatori e volontari Caritas stanno affrontando la situazione e rimaniamoa disposizione per qualunque chiarimento al numero 02.760371.

Il Direttore della Caritas Ambrosiana

______________________________________________

 

“Generosità non è donare quello che si ha, ma ciò di cui gli altri hanno bisogno”

____________________

(per contatti e info:      caritas@comunitasanpaolo.it   

Centro di ascolto

via Alberto da Giussano, 33 (di fianco a destra della basilica)

operativo mercoledì e sabato dalle 10.00 alle 12.00 tel 0362 354763

___________________

Dai primi anni 90 nella nostra comunità è attiva la Caritas Ambrosiana, organismo pastorale della Chiesa. Dal 2016, per rendere capillare e ben organizzata ogni attività, è presente una Commissione composta da Don Marco, Suor Maria Grazia e 17 membri, tra cui un rappresentante per ogni parrocchia e i rappresentanti di ogni settore. L’obiettivo è donare “ciò di cui gli altri hanno bisogno”, attraverso varie attività per soddisfare le più svariate necessità di coloro che nella nostra Comunità Pastorale stanno attraversando un periodo difficile. Vengono promosse iniziative di sensibilizzazione che aiutano tutti a sentire come propri i problemi di chi è nel bisogno sul territorio e nel mondo, diffondendo una cultura di solidarietà caratterizzata da gesti concreti, come la raccolta di alimenti, di indumenti e di fondi, da destinare alle famiglie nel bisogno.
La Caritas della nostra Comunità Pastorale è presente attraverso i seguenti servizi:

– Centro di Ascolto: attivo dai primi anni 90. Nel 2018, in oltre 500 colloqui,ha ricevuto più di 170 famiglie in difficoltà del territorio, ascoltandole e accompagnandole nell’individuare possibili soluzioni attraverso le risorse presenti sul territorio, collaborando con gli enti locali, le associazioni e con i servizi della Caritas diocesana.
Servizio guardaroba: attivo dagli anni 90. Ritira indumenti in buono stato e li distribuisce ai bisognosi. 

– il lunedì : ritiro indumenti in buono stato;
– il martedì: distribuzione indumenti agli utenti segnalati dal Centro di Ascolto

Servizio mobilio: attivo dal 2006. Si occupa, in collaborazione con il Gruppo Alpini di Giussano, del ritiro e consegna del mobilio sulla base delle segnalazioni di richieste e offerte raccolte dal Centro di Ascolto.
Distribuzione domiciliare di alimenti: attivo dal 2009. Provvede alla raccolta di alimenti donati dal Banco alimentare, dai ragazzi presso gli Oratori, dai cittadini presso le Parrocchie e dai Supermercati e ne cura la distribuzione ogni tre settimane a circa un centinaio di famiglie come aiuto per il sostentamento.
– Cassa di solidarietà della Comunità: attiva dal 2009. E’ alimentata dalla generosità dei parrocchiani con periodiche raccolte fondi, con offerte nei bussolotti posti nelle chiese, con contributi del Comune e di Fondazioni, per aiutare le famiglie che si trovano in gravi difficoltà economiche attraverso sussidi per il pagamento delle utenze domestiche, delle spese sanitarie etc.
Scuola pomeridiana di lingua italiana per adulti: attiva dal 2012. Viene insegnato l’italiano a vari livelli, favorendo l’integrazione di chi non conosce la nostra lingua, specialmente le donne straniere, attualmente più di una cinquantina. È offerto anche un servizio di babysitteraggio durante le lezioni.
Doposcuola per alunni della scuola primaria: attivo dal 2012. Viene offerto sostegno e aiuto per lo svolgimento dei compiti a circa 35 ragazzini presso i nostri quattro oratori.
Pranzo solidale: attivo da dicembre 2013. Da lunedì a venerdì vengono accolti, in collaborazione con i Servizi sociali, presso la Mensa comunale una decina di bisognosi per offrire pasti caldi.

Pranzo natalizio e pasquale: attivo dal 2016. Il pranzo per le persone fragili si svolge all’Oratorio di Giussano con la collaborazione dei cuochi, dei giovani e delle catechiste. Al termine, grazie alla generosità di molti parrocchiani, si consegna un pacco regalo ad ogni ospite.
Corso di cucito: riproposto nel 2016 nell’ambito del progetto “do ut des”, presso l’Oratorio di Birone. Il corso risponde al bisogno di socializzazione e aggregazione delle donne italiane e straniere, attualmente una ventina, e all’acquisizione di competenze per confezionare o modificare abiti per sé e per altri con un conseguente risparmio economico. Dal dicembre 2017 confezionano articoli natalizi, venduti durante i mercatini di Natale della nostra Comunità e della festa patronale di Birone.
Il ricavato confluisce nei fondi della Caritas.
Orto solidale: riproposto nel 2017 nell’ambito del progetto “do ut des” finanziato dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus. Una decina di utenti del Centro di Ascolto disoccupati coltivano ortaggi per la propria famiglia, per la distribuzione dei pacchi viveri, per le mense degli Oratori feriali della nostra comunità, presso Residenza Amica, che ha generosamente messo a disposizione una porzione di terreno,

Dacci il pane quotidiano: attivo dal dicembre 2017. I Giovani della Comunità pastorale ritirano il pane fresco e i prodotti da forno presso alcuni panifici molto generosi di Giussano città e Seregno e lo distribuiscono a una trentina di famiglie presso il Centro di Ascolto, l’Oratorio di Robbiano e l’Oratorio di Paina.
Fondo Famiglia Lavoro: in presenza di requisiti vengono inoltrate domande alla diocesi per tirocini di lavoro.
Per rendere possibile tutto questo, sono presenti oltre 100 volontari che, con passione ed amore, mettono a disposizione il proprio tempo libero.
Chiunque lo desideri e sia munito di un sorriso e di buona volontà è invitato ad unirsi a questa grande e bella famiglia che è la Caritas, perché “c’è più gioia nel dare che nel ricevere” e basta poco per provarlo di persona.

(per contatti e info:      caritas@comunitasanpaolo.it   
Lucia Motta Presidente Caritas

tipo di servizio luogo giorno ora volontari note
CENTRO DI ASCOLTO centro parrocchiale via A. da Giussano, 31 mercoledì e sabato dalle 10.00 alle 12.00 15 Ascolto e accompagnamento delle persone in difficoltà.x contatti 0362/354763 mail: cdagiussano@tiscali.it
GUARDAROBA Oratorio Robbiano via Don Pifferi, 18    

 

– il lunedì : Ritiro indumenti in buono stato;
– il martedì: distribuzione indumenti agli utenti segnalati dal Centro di Ascolto
dalle 14.00 alle 16.30 4 Ritiro  indumenti  in buono stato; distribuzione  indumenti agli utenti segnalati dal Centro di  Ascolto. 
PRANZO SOLIDALE Mensa Comunale via D’Azeglio da lunedì a venerdì dalle 13.45 alle 14.30 15 distribuzione pranzo a persone segnalate da centro Ascolto
PACCO VIVERI Magazzino Caritas e consegna a domicilio lunedì ogni 3 settimane   30 Preparazione pacco alimentare e distribuzione alle famiglie segnalate dal Centro di Ascolto. 
SCUOLA POMERIDIANA LINGUA ITALIANA centro parrocchiale via A. da Giussano, 33 lunedì e mercoledì dalle 14.15 alle 15.45 10 Insegnamento della  lingua italiana ad adulti stranieri, con servizio  baby-sitter. 
DOPOSCUOLA Oratorio       Giussano/Paina/Birone  Lunedì   dalle 15.00 alle 18.00                 15 Aiuto ai bambini della scuola primaria per lo svolgimento dei compiti
  Giussano/Robbiano   martedì   16.30    18.00    
  Giussano mercoledì 16.30     18.00    
  Giussano/Paina giovedì 16.00     18.00    
  Giussano/Birone venerdì 16.30     18.00    
ORTO SOLIDALE Residenza Amica  tutti i giorni e a necessità   2 Produzione ortaggi con utenti disoccupati e distribuzione nei pacchi viveri, oratori estivi e scuole 
CORSO BASE CUCITO Oratorio Birone via San Filippo Neri, 30 mercoledì dalle 14.15 alle 16.00 2 insegnamento del cucito per donne italiane e straniere
PRANZO NATALIZIO Oratorio Giussano/Robbiano dicembre   35 Per gli utenti del Centro di  Ascolto con la collaborazione dei ragazzi della Comunità. 
DACCI OGGI IL PANE QUOTIDIANO Giussano                               Robbiano                                      Paina martedì                mercoledì                 giovedì dalle 19.45 alle 20.15                                                       .   Distribuzione pane fresco                                                                                                        .
SERVIZIO MOBILIO   a necessità     consegna mobilio su segnalazioneCentro di Ascolto e in collaborazione con Il Gruppo Alpini. 
GRUPPO VOLONTARI VINCENZIANI Centro Parrocchiale ultimo martedì del mese dalle 14.30 alle 16.30 8 Incontro con le famiglie e consegna pacco viveri  X contatto:  Mail:     gvv. giussano@gmail.com